Mps, il piano che ha ricevuto l'ok da Bruxelles

In tutto le sofferenze lorde da dismettere ammontano a 28,6 miliardi, di cui 26,1 attraverso cartolarizzazione e 2,5 attraverso procedure dedicate.

Cinquemila e cinquecento esuberi, ci cui 4.800 attraverso l'attivazione del fondo di solidarietà, e 600 filiali da chiudere. La "cura dimagrante" arriva a meno di 24 ore dal via libera dell'Unione europea al salvataggio dell'istituto da parte dello Stato italiano, che diventerà primo azionista con il 70% del capitale. E' poi indicata la valorizzazione della clientela Retail e Small Business grazie ad un nuovo modello di business semplificato e altamente digitalizzato. Il gruppo preveda che l'utile netto fra quattro anni sarà superiore a 1,2 miliardi di euro, con un Roe (indicatore della redditività di azienda, ndr), pari al 10,7 per cento.

Prevista inoltre la cessione al fondo Atlante 2 delle tranche junior e mezzanine delle sofferenze, ad un prezzo pari al 21% del loro valore lordo.

A portare avanti il piano di ristrutturazione che "chiude un anno horribilis per la banca", come ha detto il presidente Alessandro Falciai, e "non prevede licenziamenti", come ha sottolineato l'ad Marco Morelli, sarà lo stesso management che ha guidato sin qui la banca: "Ho massima fiducia nel top management", ha chiarito Padoan, mentre al Tesoro si ricorda che Morelli già a gennaio aveva accettato il tetto allo stipendio imposto da Bruxelles.

Il dimensionamento delle strutture organizzative comporterà costi straordinari per 1,15 miliardi di euro. Il piano per Mps "dà certezze e un orizzonte temporale sostenibile alla banca che avrà un livello di capitale molto importante", ha ribadito Padoan, parlando appunto di un momento di "svolta" dopo l'accordo raggiunto la scorsa settimana sulle banche venete. Risulterebbe inoltre prevista la nascita di una business Unit all'interno del Clo, che permetterebbe la gestione del portafoglio dei crediti deteriorati e che si farà inoltre carico di early remedial actions- ristrutturazione, per il controllo di tutte le performance di recupero dei crediti.