Milan, Donnarumma: c'è ottimismo per il rinnovo

Milan, Donnarumma: c'è ottimismo per il rinnovo

Tutto fatto per il rinnovo di Donnarumma. Il Milan avrebbe chiesto alla famiglia del portiere di farsi garante del prolungamento.

Uno slittamento che ha coinvolto anche gli altri studenti: "Faccio presente che oltre al signor Donnarumma ci sono 57 candidati che stanno affrontando l'esame, alcuni dei quali hanno problemi familiari gravi". Non una sorpresa, perché negli ultimi giorni dalle parti di Casa Milan continuava a filtrare sempre più ottimismo anche se ufficialmente la dirigenza, saggiamente, non si esponeva in dichiarazioni pubbliche. Ora si attende soltanto l'ufficialità del nuovo matrimonio tra il Milan e Donnarumma, che come prima sfida avrà quella di riconciliarsi con la parte di tifosi rimasti scottati dal "grande no". Poi varie e eventuali.

Alla fine, scrive la Rosea, il rinnovo arriverà: firma su un quadriennale (e dunque fino al 2021 e non 2022 come inizialmente prospettato) a sei milioni di euro a stagione con doppia clausola rescissoria annullata.

Ciò che di certo non è mancata è la tensione palpabile delle ultime settimane, rivelata anche da un retroscena.

In attesa della firma, nelle prossime quarantotto ore, stando a quanto riferito dall'edizione odierna del Corriere della Sera, il fratello di Donnarumma, Antonio, dovrebbe arrivare a Milano per sostenere le visite mediche con il club rossonero.

Libero dedica ampio spazio alla notizia di mercato più importante della giornata di ieri titolando: "Raiola si inchina al Milan". Recentemente si è affacciato il Paris Saint Germain, pronto a tentare il giovane portiere con un ingaggio da 13 milioni a stagione. Nell'esito positivo della trattativa per il rinnovo del contratto di Donnarumma è stata determinante la volontà del giocatore e della famiglia di continuare a vestire la maglia rossonera. Il Milan invece gongola, ma solo a metà. Il Miur, giustamente, cerca di incoraggiare coloro che si dedicano allo sport ma vogliono comunque proseguire negli studi. Ogni guerra ha un prezzo.