Migranti, Vienna: militari al Brennero. Chiusi porti Spagna e Francia

Migranti, Vienna: militari al Brennero. Chiusi porti Spagna e Francia

Europa divisa e in affanno sui migranti. La Commissione Europea ha annunciato per oggi nuove misure, anche in vista dell'incontro informale dei ministri dell'Interno Ue di giovedì a Tallin. Mentre Francia e Spagna, pur ammettendo le difficoltà del nostro Paese in questo campo, non vogliono sentire parlare di sbarchi nei loro pronti dei migranti recuperati in mare, c'è chi addirittura minaccia di schierare il proprio esercito al confine per bloccare i flussi come ha fatto l'Austria.

L'Unione europea intende accelerare sulle misure concrete a sostegno dell'Italia. "Penso che saranno attivati molto presto controlli alla frontiera e che sarà necessario l'aiuto di un dispiegamento (dell'esercito)", ha detto il ministro della Difesa di Vienna, Hans Peter Doskozil all'edizione on line del Krone Daily, indicando che questa scelta è inevitabile "se non rallenta il flusso dall'Italia". Uno dei nodi più spinosi da sciogliere sarà l'ipotesi di far sbarcare i migranti soccorsi non solo in Italia ma in porti di altri Paesi Ue. La condivisione dell'Ue è necessaria - avverte il premier italiano Gentiloni - anche per evitare che l'ormai ininterrotto flusso dalla Libia, certificato dall'Onu, possa alimentare "reazioni ostili nel tessuto sociale" della penisola.