Maurizio Sarri: "Non siamo i favoriti. Mertens? Farà il centravanti"

Maurizio Sarri:

Termina la conferenza stampa di Maurizio Sarri di bilancio del ritiro dopo diciannove giorni di lavoro. E' sicuramente uno con delle qualità importanti, ma vista la giovane età non dovrà essere caricato di troppa tensione e responsabilità. "Di sicuro ha prospettive per poter far bene".Si aspetta altri colpi sul mercato?". Non ho richieste particolari, mi daranno una rosa a disposizione e io alleneràò quella rosa.

Come gestirà il dualismo in attacco tra Mertens e Milik? Che è davvero straordinario, trasmette moltissimo e per tre settimane è anche difficile da reggere perché vuoi dare sempre tutto per loro.

"E' un ragazzino che ha fatto bene all'esordio in Francia e un po' meno bene l'anno scorso". Adesso dobbiamo lavorare sui particolari. "Non è questa la politica del Napoli".

Riuscirà a risolvere i problemi difensivi? "Non sarà facile, ma abbiamo le giuste qualità". Chiaramente mi piacerebbe giocare un po' in più, ma fa parte del percorso di ogni giocatore. Con il Chievo la palla è andata a sbattere contro Koulibaly, purtroppo può succedere. Di sicuro ci attendiamo un rendimento superiore, anche per Milik. "Reina? Di lui mi fido al 101%". Il rinnovo contrattuale ed il futuro mi interessano relativamente.

Il pareggio contro il Chievo l'ha delusa? In molti tra gli addetti ai lavori pongono il Napoli in prima fila per la vittoria dello Scudetto 2017/2018.

"Ci stanno tirando in mezzo, con questa storia del Napoli favorito". Il nostro mercato non ha stravolto la squadra, siamo gli stessi dello scorso anno. Quali aspetti positivi ci sono stati? "Siamo arrivati terzi e ci sono due club come Milan e Inter che stanno facendo un mercato importantissimo - ha spiegato -". Se ho un potenziale che vale 100, ed arrivo ad 80-90, fare l'ultimo step è sempre l'aspetto più complicato. Lotteremo fino alla fine, ora testa solo ai preliminari di Champions.

I Nazionali sono tornati prima dalle vacanze: bel segnale... "Il ritiro è stato bellissimo ma duro". "Innanzitutto facendoli divertire, se arriverà dell'altro tanto meglio". Cosa si sente di dire al pubblico azzurro? Ghoulam e Rui sono due calciatori dalle caratteristiche simili, il portoghese è più reattivo nei duelli ma meno fisico, quindi meno efficace in area di rigore. Molto dipenderà dalla condizione fisica del momento.

Possono servire anche Giaccherini e Pavoletti?

"Prendere giocatori importanti significa aumentare sensibilmente il monte-stipendi, forse la società non se lo può permettere". Io spero semplicemente crescano i nostri, abbiamo tanti Under 23, speriamo crescano in fretta. Ma faccio fatica a pensare che saremo i protagonisti assoluti della stagione. Vogliamo limare dettagli che molto probabilmente sono gli aspetti più difficili. "Sarebbe bello battere queste multinazionali".