Libia. al-Arabiya, 'Jalaluddin al-Tunisi successore di al-Baghdadi'

Libia. al-Arabiya, 'Jalaluddin al-Tunisi successore di al-Baghdadi'

Dopo l'annuncio della presunta morte dell'uomo considerato al vertice dello Stato Islamico, Abu Bakr al-Baghdadi - su cui secondo il Pentagono americano non esisterebbero "prove" -, sembra che le milizie del califfato abbiano già scelto quello che potrebbe essere il suo successore.

E' quanto sostiene l'emittente al-Arabiya, secondo la quale al-Tunisi è "uno dei nomi più qualificati" per succedere al "califfo" tra i pochi leader dell'organizzazione jihadista rimasti in vita. E' nato nel 1982 nella regione di Masaken della provincia costiera di Sousse.

Trasferitosi in Francia all'inizio degli anni Novanta - sostiene al-Arabiya - l'uomo sarebbe riuscito ad ottenere la cittadinanza francese prima di tornare in Tunisia subito dopo la rivoluzione che ha portato alla caduta di Zine El Abidine Ben Ali e che ha dato inizio alla cosiddetta Primavera Araba. "Nel 2011 andò in Tunisia e poi partì per la Siria per partecipare alla guerra". Il suo vero nome è Mohamed Ben Salem al-Ayouni. E la Libia, "specialmente l'insicuro Sud, garantisce un covo sicuro a ribelli e terroristi per operare in liberà, riorganizzarsi, reclutare e addestrare membri"; inoltre, facilita il "finanziamento attraverso il contrabbando di merci".