Intossicazione alimentare per gli operai che realizzano casette

Arquata del Tronto (Ascoli), 15 luglio 2017 - Almeno una quindicina di operai impegnati nella costruzione delle aree e delle casette destinate ai terremotati del territorio di Arquata del Tronto in serata hanno fatto ricorso alle cure del pronto soccorso dell'ospedale Mazzoni dopo aver avvertito forti dolori addominali, vomito e diarrea. Secondo quanto appreso finora, a provocare l'intossicazione sarebbe stata la pasta fredda servita sabato sera alla mensa di Pescara del Tronto. Di questi, 18 sono stati ricoverati nel nosocomio ascolano e 5 all'ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto.

Gli operai sono tutti in ospedale dove vengono sottoposti ad una serie di accertamenti. Sul posto i medici del Sian (Servizio igiene, alimenti e nutrizione) dell'Asur delle Marche, che hanno effettuato prelievi sulle porzioni non consumate per cercare di capire cosa abbia causato la tossinfezione ai 23 operai. Durante la notte sono anche stati sentiti gli operai che hanno accusato i malori. A stabilirlo saranno gli esami di laboratorio che verranno a breve effettuati.