Fisco, la nuova cartella pagamento

Fisco, la nuova cartella pagamento

Con provvedimento del direttore Ernesto Maria Ruffini, è stato infatti approvato ieri, 14 luglio 2017, il nuovo modello che deve essere usato obbligatoriamente per le cartelle di pagamento. La novità segue l'avvicendamento tra Equitalia, soppressa a decorrere dal 1° luglio, e la nuova Agenzia delle entrate-Riscossione, operativa a decorrere dalla medesima data.

L'obiettivo dichiarato dell'agenzia è quello di rendere più chiara la lettura dei contenuti della cartella al fine, si dice testualmente, "di rendere maggiormente fruibili le informazioni per il contribuente". In un altro prospetto invece ci sono informazioni sulle somme che spettano all'Ente creditore e ad Agenzia delle Entrate Riscossione. Un colore diverso identifica ciascun Ente creditore e consente cosi' di distinguere con immediatezza la provenienza del debito (ad esempio, arancione per le iscrizioni a ruolo delle Agenzie fiscali; verde per le iscrizioni a ruolo di Comuni, Regioni). Un'altra sezione contiene i dettagli contabili degli addebiti, la causale del ruolo emesso dall'Ente creditore e le relative Avvertenze.