Droga dal mare a Francavilla, Silvi, Montesilvano, Pineto, bagnanti increduli

Grossi pacchi di droga sono stati subito notati sull'arenile restituiti dal mare agitato.

Non è escluso che possano arrivare dal mare altri pezzi dello stesso tipo.

Il ritrovamento più importante è avvenuto a Francavilla al Mare, all'altezza della rotonda Michetti: qui i carabinieri hanno sequestrato 100 kg i di marijuana divisi in due pacchi, recuperati da alcuni carabinieri in borghese e da alcuni bagnanti. Il peso totale della sostanza stupefacente è di circa 70 chilogrammi. Altra possibilità è che un'imbarcazione, magari proveniente dall'Est Europa, abbia perso il carico, sempre per il mare agitato. Il valore, secondo le prime stime, è di circa 350 mila euro. Indagano i carabinieri della locale stazione, diretti dal luogotenente Antonio Solimini. In effetti si è poi appreso che anche a Scerne di Pineto è giunto a riva un pacco contenente stupefacente e nella serata di ieri nel tratto di mare tra Pescara e Montesilvano, dove un vigilante della Daga ha avvistato uno strano involucro. Dentro c'erano 20 chilogrammi di marijuana e circa tre di hashish. Del caso si occupano i carabinieri, agli ordini del luogotenente Giovanni Rolando. Due pacchi di stupefacente, sembra marijuana, sono stati trasportati a riva dalla corrente di oggi.

A Silvi Marina, in Abruzzo, la mareggiata ha portato sulla spiaggia 50 chili di marijuana. Tutto è stato recuperato dai Carabinieri. Gli inquirenti, sono al lavoro per cercare di capire la provenienza della droga, non escludono altri rinvenimenti proprio lungo le coste.