Cern, scoperta la particella Xi: osservata la "colla" della materia

Cern, scoperta la particella Xi: osservata la

Grazie a lei, gli scienziati avranno la possibilità di studiare "la colla" che tiene unita la materia. Poi "mister Xi" decade in particelle più leggere. I protoni e i neutroni sono i più comuni tipi di barioni.

Il CERN annuncia di aver scoperto la particella Xi, contenente due quark charm (quark di seconda generazione nonché quarto per massa tra tutti i quark) e da un quark up (di prima generazione). Due quark "up" e un quark "down" per esempio formano un protone, mentre due quark "down" e un "up" formano un protone.

L'esistenza di questa particella della famiglia dei barioni era attesa dalle teorie attuali, ma i fisici sono stati alla ricerca di questi barioni con due quark pesanti per molti anni. Cosa significa che ha due quark pesanti? La nuova particella scoperta al CERN viola questa regola, ed è formata da un quark "up" e due quark "charm", responsabili della sua massa estremamente elevata, quattro volte superiore a quella del protone: 3621 MeV (milioni di elettronvolt). Per Passaleva "trovare un barione con due quark pesanti è di grande interesse perché può fornire uno strumento unico per approfondire la cromodinamica quantistica", ossia il campo di ricerca che studia come l'intensità delle forze si riduce quando le distanze tra le particelle diventano molto piccole e che si chiama così in riferimento alle otto cariche che prendono il nome dai tre colori che descrivono i quark: rossi, gialli e blu. "Queste particelle contribuiranno così a migliorare il potere predittivo delle nostre teorie". A spiegare l'ultima novità ufficializzata dal Cern c'ha pensato Donatella Lucchesi, ricercatrice dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e dell'università di Padova e membro della collaborazione Lhcb, che ha detto: "E' la prima volta che si osserva una particella simile: un barione con due quark pesanti".