Castelfusano, incendio in pineta: interrotta la Roma-Lido. Fiamme anche ad Acilia

Castelfusano, incendio in pineta: interrotta la Roma-Lido. Fiamme anche ad Acilia

E un'infinità di polemiche per la mancata bonifica del parco pubblico dalle baracche che lo costellano.

Questo il bilancio reso noto in serata dalla Regione Lazio sugli interventi effettuati nel territorio regionale nella giornata di oggi: "Dalle prime ore della mattina e fino alle ore 19 di questa sera circa 240 volontari di Protezione civile della Regione Lazio sono intervenuti per domare 34 incendi su tutto il territorio regionale". Sul posto sono al lavoro i vigili del fuoco, con l'ausilio di elicotteri che fanno la spola dal mare per portare acqua, cinque pattuglie della polizia locale di Roma Capitale, i carabinieri e la protezione civile, che ha chiuso l'accesso alla pineta e sta facendo uscire le persone che si trovavano già all'interno.

Sospesa la ferrovia Roma-Lido -Il fumo ha invaso i binari della Roma-Lido e dalle 15.20 la tratta da Acilia a Colombo, in entrambi i sensi, è stata interrotta. Sul sito Atac i viaggiatori vengono invitati a servizi dei bus-navetta sostitutivi o a utilizzare le linee canoniche: lo 04, 06, 062, 068 e 070.

Ennesimo incendio nella nostra amata pineta di Castelfusano, questa volta molto vicino al Borghetto dei Pescatori.

Roventi le polemiche politiche sullo stato di degrado e di abbandono in cui versa la pineta, costellata di baraccopoli. "Ormai nella pineta di Castelfusano c'è un incendio quasi ogni giorno - aggiunge Davide Bordoni, capogruppo comunale di Forza Italia - Visto che siamo in piena emergenza, adesso la Sindaca, improrogabilmente, deve sbloccare dei fondi straordinari per la Protezione civile e nominarne il direttore, visto che sono passati sei mesi". Vogliamo vedere la Pineta distrutta come accadde nel 2000? Non sono ammissibili altre proroghe. Due i punti nei quali si sono sviluppate le fiamme.

Una nuova catastrofe per il polmone verde di Roma. "Vanno difesi con le unghie e con i denti e bisogna evitare che succedano simili disastri".