Barista italiano strangolato in Spagna. Fermato un suo ex amico a Ventimiglia

Barista italiano strangolato in Spagna. Fermato un suo ex amico a Ventimiglia

Fermato a Ventimiglia e accusato di omicidio, Guadarelli è stato portato nel carcere di Imperia, dove tuttora si trova, in attesa che gli inquirenti facciano chiarezza sulla dinamica dei fatti e sui moventi che avrebbero spinto il giovane, se colpevole, ad uccidere Marcello. L'amicizia fra i due era finita da tempo e c'erano state diverse aggressioni nei confronti di Cenci, per motivi sentimentali, a quanto pare legati a gelosia verso una ragazza.

Marcello Cenci, barista 32enne di Ferrara, si era da poco trasferito in Spagna per lavoro.

Appena ritrovato il corpo nella sua abitazione la pista era stata battuta, anche perché l'aggressione contro il ragazzo non sarebbe stata la prima.

Già lo scorso dicembre Guidarelli aveva aggredito, sempre di notte, l'amico. Cenci ne uscì con un trauma cranico e 52 punti di sutura.

La polizia spagnola ha spiccato un mandato di cattura internazionale. A fare la tragica scoperta è stato un vicino di casa, che stava rientrando, intorno alle 4,30, nella notte tra sabato e domenica.

Il cadavere è stato trasportato all'Istituto di Medicina Legale di Valencia, dove verrà effettuata un'autopsia per determinare ufficialmente la causa della morte.