Avrebbe palpeggiato 3 donne, arrestato viceprefetto

Avrebbe palpeggiato 3 donne, arrestato viceprefetto

Arrestato e posto ai domiciliari Antonio Contarino, vice prefetto in attesa di incarico.

Reggio Calabria - Un viceprefetto e' finito agli arresti domiciliari con l'accusa di violenza sessuale e tentata concussione nei confronti di tre donne.

I fatti contestati risalgono al settembre del 2015 quanto Contarino era Presidente della Commissione Straordinaria del Comune di Bagnara Calabra, carica che ha ricoperto fino al mese di novembre dell'anno successivo.

Secondo l'accusa il funzionario aveva ricevuto nel suo ufficio due donne che gli si erano rivolte per avere un sussidio. L'arresto é stato fatto in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal Gip di Reggio Calabria su richiesta della Procura della Repubblica. "Nell'andare a riscuotere il canone d'affitto presso uno studio professionale ubicato in un immobile di sua proprietà - hanno ancora ricostruito investigatori e inquirenti -, approfittando del fatto che la sua inquilina si girava di schiena per prendere la somma di denaro dovuta, si avvinghiava palpandola". In quell'occasione la vittima avrebbe però reagito cacciandolo dallo studio e non prima di avergli dato uno schiaffo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Violenza sessuale.