Verso Juventus-Real Madrid: le ultime notizie in casa spagnola

Verso Juventus-Real Madrid: le ultime notizie in casa spagnola

Pallone d'Oro? Nel calcio come nella vita non c'è nulla di mortificante come la noia. Io posso sicuramente dire che loro non sono solamente una buona difesa, ma attaccano anche molto bene.

Ipotizziamo che arriviate dall'Italia. Ripeto che la Juventus nella sua storia ha giocato 8 finali, non ne ha perse 6. L'autobus che cercate è il T9 Cardiff Airport Express: parte ogni 30 minuti e il viaggio dura circa 40. Interesserebbe solo se a vincerlo fosse il mio Napoli. Adesso ci siete, godetevela. Sì, perché Pjanic in questa Champions League si è rivelato addirittura più decisivo del rivale Modric. Se avete mogli al seguito regalategli qualche ora di shopping sfrenato in centro. Zidane però sa bene come gestire determinate situazioni. Se siete rimasti al Cardiff City Stadium dopo l'arrivo con l'autobus dall'aeroporto vi starete chiedendo: perché siamo qui? Ho una rosa importante, siamo al posto giusto al momento giusto. Nella sfida tra i due, è favorito CR7, a 3.25, mentre il Pipita è a 4.25 con il segno "X" a 1.75. "Dobbiamo - dice il tecnico bianconero, sudando nella sala stampa allestita fuori dallo stadio gallese e affollata da centinaia di giornalisti - chiudere una stagione straordinaria con qualcosa che la faccia diventare ancora più fantastica". Domani dovremo avere più voglia, più convinzione, più sacrificio e più gioco del Real Madrid.

Preparata in 7 mesi di lavoro, sarà trasmessa in oltre 200 paesi per un'audience prevista di più di 200 milioni di spettatori, che faranno della finale di Champions League l'evento televisivo più visto al mondo. Sarà partita aperta e balla per tutti.

Tra i nostri tifosi in viaggio c'è anche Massimiliano, torinese che da 10 anni vive a Natal, in Brasile, dove fa il ristoratore. L'altra selezione, guidata da Butragueño potrà contare su David James (portiere), Míchel Salgado, Celestine Babayaro, Roberto Carlos, Gaizka Mendieta, Luís Figo, Predrag Mijatović, Patrizia Panico, Davor Šuker, Luis García, Raí, Clarence Seedorf, Christian Karembeu, Steve McManaman, Deco ed Eidur Gudjohnsen.

"Saranno 95 o forse 120 minuti estremamente lunghi e affascinanti - continua - rispetto alla finale di Berlino la squadra è cambiata in quasi tutti i suoi elementi e sono rimasti solo quattro o cinque giocatori".

"Abbiamo lavorato tutto l'anno per essere qui, faremo di tutto per portare a casa la coppa".