Troppa caffeina: richiamata la Coca Cola da 1,5 libri

Troppa caffeina: richiamata la Coca Cola da 1,5 libri

Nella nota rilasciata dal Ministero della salute si segnala il ritiro dal commercio di un lotto della nota bevanda Coca Cola poiché il contenuto di quelle bottiglie ha un sapore molto sgradevole, un aspetto molto denso e livelli concentrati di caffeina, acido fosforico e solfiti.

Il Ministero della Salute ha richiamato il 26 maggio 2017, ma lo ha diffuso solo ieri 1 giugno 2017, il lotto L170329863M di Coca Cola da 1,5 litri, con scadenza il 18 settembre 2017, per "rischio presenza di allergeni".

Coca-Cola HBC Italia S.r.l., con sede in Piazza Indro Montanelli 30 Sesto San Giovanni 20099, sta provvedendo a richiamare le confezioni del lotto, che al momento sono state distribuite nella zona di Salerno, Cosenza, Potenza e Matera.

Nel caso dobbiate acquistare un prodotto Coca-Cola il consiglio è di verificare semplicemente lo stabilimento di imbottigliamento, il lotto e la scadenza, unici dati utili.

Si tratta di una partita prodotta nello stabilimento casertano di Marcianise e destinata all'immissione nel mercato del Sud Italia. "Il contenuto della bottiglia ha un sapore molto sgradevole, un aspetto molto denso e livelli concentrati di caffeina, acido fosforico e solfiti".

A rendere necessario il provvedimento sarebbe stata una mancanza per quanto riguarda la conformità del prodotto.