Travis Kalanick, CEO di Uber, si dimette dalla sua posizione

Travis Kalanick, CEO di Uber, si dimette dalla sua posizione

Kalanick aveva già fatto sapere che intendeva prendersi un congedo 'sabbatico', dopo la recente scomparsa della madre, Bonnie Horowitz Kalanick, morta in un incidente in barca. A riportarlo è la redazione del New York Times, che per prima ha appreso la notizia da fonti rimaste anonime.

Breaking news dagli Stati Uniti: Travis Kalanick, co-fondatore e CEO (Chief Executive Officer) della compagnia Uber, si è dimesso dal proprio incarico in seguito ad una serie di controversie che hanno visto la nota compagnia operante nel settore del NCC (noleggio con conducente) finire nel mirino della stampa a causa della pubblicazione illecita di alcuni fascicoli che testimoniavano la cattiva condotta della compagnia. Gli investitori hanno chiesto un immediato cambio nella leadership.

Amo Uber più di qualsiasi altra cosa al mondo e, in questo momento difficile per la mia vita personale, ho accettato le richieste degli investitori facendo un passo indietro, così che l'azienda possa continuare a crescere anziché essere rallentata da altre questioni. Secondo molti osservatori la lezione di Uber è un monito per la Silicon Valley, schiacciata dagli stessi problemi e dalle stesse accuse di sessismo e discriminazione.