Torino, tensione al campo rom: monta la protesta, residenti in strada

Torino, tensione al campo rom: monta la protesta, residenti in strada

I residenti della periferia nord di Torino, sono scesi in strada per protestare.

A prendere fuoco sono stati alcuni suppellettili accatastati nell'area, da cui si è levata una colonna di fumo nero. A seguito di un incendio divampato in un campo rom, appiccato dagli stessi abitanti di baracche e roulette, pessima pratica per smaltire, in qualche modo, rifiuti e non solo, molti residenti del quartiere, peraltro nemmeno tanto distante dal centro e dal frequentatissimo Corso Vercelli, stufi di questa situazione, che ormai si ripercuote da anni, sono scesi in strada per protestare. Sul posto i Vigili del Fuoco di Torino, Caselle, San Maurizio, Volpiano e Venaria Reale, oltre a Polizia di Stato, Digos e Polizia Municipale.

La tensione è molto alta e la Lega Nord ne fa un caso politico. La protesta ha rischiato di degenerare: alcuni gruppi hanno cercato di entrare nel campo nomadi ma sono stati fermati dagli agenti antisommossa.

Mentre il capogruppo della Sesta Ciroscrizione Alessandro Sciretti ha commentato l'episodio dicendo "La polveriera sociale dei campi Rom sta per esplodere nelle mani inesperte e buoniste del sindaco Appendino".