Terrorismo islamico a Londra, May: "Basta tolleranza. Quando troppo è troppo"

Terrorismo islamico a Londra, May:

Ed è il primo, importante sviluppo dell'inchiesta sull'attacco terroristico della notte, un'inchiesta che, secondo fonti non confermate, è già riuscita a stabilire l'identità di tutti e tre i terroristi, che però non è stata ancora resa nota.

"I terroristi hanno in odio la nostra democrazia".

"Ora basta, le cose non possono continuare in questo modo, ma devono cambiare". Tre uomini, poco dopo le 22 (un'ora avanti in Italia) si sono lanciati a bordo di un van Renault bianco a tutta velocità (almeno 80 Km/H) sul London Bridge e hanno investito una quarantina di persone.

La premier britannica ha escluso legami fra la strage di Manchester e l'attacco di ieri sera a Londra: ma la connessione è ideologica, quell'islamismo radicale che odia i valori su cui sono fondate le società occidentali. Gli aggressori indossavano finte cinture esplosive per seminare il panico e sono scesi dal furgone urlando: "Questo è per Allah". In otto minuti gli attentatori sono stati fermati ed uccisi dalla polizia locale. "La campagna elettorale riprenderà domani". Così il leader dei Laburisti, Jeremy Corbyn, annunciando a sua volta la sospensione della campagna elettorale del partito in vista del voto dell'8 giugno. Poi ha detto che è necessario cercare accordi internazionali che disciplinano il cyberspazio: dobbiamo fare di tutto per limitare l'estremismo online creando spazi sicuri in rete.May ha quindi annunciato l'intenzione di rivedere la strategia antiterrorismo: 'Quando è troppo è troppo, le cose devono cambiare'"Come paese la nostra risposta deve essere quella di sempre di fronte alla violenza". Il ministro dell'Interno, Amber Rudd, ha anticipato che il governo vuole chiedere alle aziende che consentano l'accesso dei servizi segreti ai messaggi criptati.