Stressato dalla moglie fugge dai domiciliari: Riportatemi in carcere!

Stressato dalla moglie fugge dai domiciliari: Riportatemi in carcere!

Qui entrano in gioco gli arresti domiciliari, che seppur caratterizzati da precise restrizioni, rappresentano comunque una sorta di compromesso tra la libertà e la galera. I fatti nel pomeriggio di domenica 18 giugno in via di Torrenova.

"Ero stressato da mia moglie, volevo tornare in carcere". L'atipica richiesta da parte di un 25enne residente a Torre Angela, dopo che gli agenti del commissariato Casilino Nuovo sono intervenuti nell'appartamento in seguito ad una lite con la donna. Con l'ausilio di un'altra pattuglia, inviata nel frattempo sul posto dalla locale centrale operativa, lo traeva in arresto in flagranza per il reato di evasione.