Sparatoria a Notre Dame Panico tra la folla

Sparatoria a Notre Dame Panico tra la folla

Torna la paura in Francia. Gli agenti però hanno reagito prontamente aprendo il fuoco e ferendo alle gambe l'aggressore.

Intervistata dai reporter di Le Figaro, una turista americana ha raccontato di aver "udito due detonazioni, sembravano colpi di arma da fuoco". "Stiamo tutti bene", continuavano a ripetere ancora sotto shock e dall'interno della basilica hanno rilanciato su twitter le loro foto con i volti atterriti e le braccia alzate. Dopo controlli di rito le persone sono state fatte uscire progressivamente. L'aggressore oltre al martello, aveva anche due coltelli, lo ha reso noto la polizia a Parigi. Nella cattedrale 900 persone sono rimaste bloccate. Lo conferma la prefettura di Parigi in un tweet. La sezione antiterrorismo della procura di Parigi ha aperto un'inchiesta su quanto avvenuto questo pomeriggio a Notre-Dame. Un poliziotto sarebbe rimasto ferito, riferiscono fonti giudiziarie citate da Bfm-tv. Al momento nessun gruppo ha rivendicato l'attacco. Il quartiere è stato completamente isolato. "Sono calmi, abbiamo spiegato loro la situazione e stiamo aspettando di poter uscire", ha spiegato alla tv BFM una portavoce della diocesi anche lei bloccata nella chiesa. La polizia ha poi cominciato a far evacuare l'area. Secondo le prime notizie dei poliziotti sarebbero stati aggrediti da un uomo armato di un martello, dopodichè la polizia ha sparato sull'aggressore che si trovava esattamente sulla spianata davanti alla cattedrale parigina di Notre-Dame. Il suo stato di salute è definito "preoccupante" ed è stato già portato via in ambulanza.

La sparatoria a Parigi è avvenuta all'entrata della cattedrale di Notre Dame.

Aggiornamento ore 18.00: Molte stazioni della metropolitana di Parigi sono state chiuse dopo l'aggressione fuori da Notre Dame.