Siccità: anche a Castelfranco ordinanza per razionalizzare l'uso dell'acqua

Siccità: anche a Castelfranco ordinanza per razionalizzare l'uso dell'acqua

Un episodio in mezzo alla penuria di precipitazioni che ha contraddistinto tutta la primavera: nei mesi scorsi, infatti, si è registrato un dimezzamento delle piogge rispetto alla media.

Col provvedimento si ribadisce che è proibito fare uso dell'acqua potabile per il riempimento di piscine o innaffiamento di parchi, giardini e orti.

Allarme siccità, il Comune di Firenze corre ai ripari: arriva l'ordinanza per un uso corretto dell'acqua (che potrà essere utilizzata "esclusivamente per gli usi alimentari ed igienico-sanitari") evitando gli sprechi.

Inoltre si invita la cittadinanza a limitare il consumo di acqua potabile al minimo indispensabile e a non lasciare aperte, al termine dell'uso, le fontanelle pubbliche per evitare inutili sprechi.

Non si possono neanche riempire le vasche da giardino, le fontane ornamentali anche se dotate di impianto di ricircolo dell'acqua.

L'esecuzione dell'ordinanza è stata demandata oltre che ai vigili urbani alle forze dell'ordine, ed ai trasgressori saranno comminate le sanzioni previste dalla legge, nonchè gli opportuni provvedimenti previsti dal codice penale.