Servizio civile, un bando per selezionare volontari nella provincia

Servizio civile, un bando per selezionare volontari nella provincia

Svolgeranno il servizio civile a Terni, nella sede centrale del Cesvol, e allo sportello di Orvieto. Il progetto, approvato dal Ministero delle Politiche Giovanili nell'ambito della misura del servizio civile nazionale, è intitolato "Carezzevole" per parteciparvi bisognerà consegnare domanda scritta opportunamente compilata presso la Sede della Misericordia di Chiusano di S.D., sede di progetto in via Rimessa n°8 a Chiusano di San Domenico. Dopo aver selezionato il progetto d'interesse, quindi, è necessario consultare il sito dell'ente che lo realizza.

Il Comune di Parma torna ad ospitare volontari in servizio civile. Previsti anche eventuali crediti formativi e una possibile valutazione del servizio come tirocinio.

Ad Agrigento saranno selezionati tre volontari.

Sette progetti per 32 volontari. Le lezioni teorico-pratiche riguarderanno, tra gli altri argomenti, la gestione dell'emergenza, la rianimazione, l'utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno, il trattamento del paziente traumatizzato, la comunicazione e la relazione d'aiuto.

Sono stati approvati e finanziati dalla Regione Siciliana due progetti di servizio civile ideati e promossi dall'Amministrazione comunale di Antillo, denominati "Insieme" e "Verdemela", che coinvolgeranno rispettivamente 4 volontari impegnati nell'assistenza ad anziani e minori e 6 volontari impegnati nella tutela del territorio e del patrimonio ambientale. Ringrazio Anpas Piemonte e Anpas Nazionale per tutto l'enorme supporto che ci sta dando e ci darà per i 12 mesi del progetto.

INFO APERI - PRESENTAZIONE del progetto di servizio civile. I requisiti e le condizioni per essere ammessi alla selezione sono quelli indicati nel bando (art. 3) e nel progetto; mentre le domande possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità: tramite invio di Posta elettronica certificata (Pec) - art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 - all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots.