Sense8 cancellata da Netflix

Sense8 cancellata da Netflix

"Dopo 23 episodi, 16 città e 13 paesi, la storia del cluster Sense8 sta per finire", ha dichiarato Cindy Holland, vice presidente di Netflix, di contenuti originali. È tutto ciò che noi e i fan avevamo sognato che fosse: sfrontata, emozionante, straordinaria e indimenticabile. Non c'è mai stata una serie così veramente globale e con un cast e uno staff così equamente diversi e internazionali, un riflesso della comunità connessa di appassionati in tutto il mondo.

Creata da Lana e Lilly Wachowski e J. Michael Straczynski, "Sense8" ha debuttato su Netflix nel giugno 2015 ottenendo subito recensioni piuttosto positive ed è stata tra le serie più seguite del servizio di streaming, o almeno tra quelle che hanno portato gli spettatori a buttarsi sul bingewatching. Questa sera è uscita la notizia che Netflix ha cancellato definitivamente una delle serie più seguite degli ultimi anni. "Ringraziamo Lana, Lilly, Joe e Grant per la loro visione, e l'intero cast e la troupe per il loro lavoro e impegno". Possono comunicate mentalmente arrivando a sentire l'uno emozioni dell'altro.

La serie dal suo canto era tra i prodotti più costosi del network, seguito da Marco Polo e The Get Down, cancellate per i medesimi motivi. Appartenenti a diverse culture, religioni e orientamenti sessuali, scoprono quindi di essere dei sensate, persone con un avanzato livello di empatia che hanno sviluppato una profonda connessione psichica con un ristretto gruppo di loro simili.

Proprio Smith, dopo le voci sul futuro incerto della serie, nei giorni scorsi aveva aiutato a diffondere l'hashtag #RenewSense8 su Twitter nel tentativo di tenere la serie in vita. Insieme cercano di capire cosa stia succedendo e perché siano così empatiche rispetto ad altre, ma nel frattempo emerge la figura di Whispers che dà loro la caccia con l'intenzione di ucciderle.