Sampaoli: "Un sogno essere ct Argentina"

Sampaoli:

Nella conferenza stampa di presentazione come nuovo commissario tecnico della Nazionale argentina, Jorge Sampaoli ha affrontato anche il tema legato alla vicenda del capitano nerazzurro, Mauro Icardi. "E' un sogno a lungo cullato - aggiunge - un sogno che coltivavo da quando ero bambino". Il nuovo allenatore è chiamato a risollevare le sorti dell'Albiceleste, dopo i passi falsi compiuti con Eduardo Bauza che l'hanno portata in zone non proprio tranquille nel girone sudamericano delle qualificazioni Mondiali (al momento è quinta e rischierebbe il playoff), Sampaoli ha riferito di "volere una squadra che sia fedele alla storia del calcio argentino". Queste le sue prime parole: "Si tratta di realizzare un sogno che desideravo da tanto tempo". Vincitore della Coppa America nel 2015 al timone del Cile a spese proprio dell'Argentina, Sampaoli assicura che "ogni decisione sara' presa dallo staff tecnico e lavoreremo perche' siano piu' gli avversari a doversi adattare a noi che il contrario".

"Questa nazionale non è un gruppo di calciatori ma rappresenta 40 milioni di argentini". "La maglia deve essere la nostra bandiera e chi la indossa deve avere voglia di mostrare le sue qualità". Il tecnico, che ha firmato un quinquennale, ha detto di essere "venuto qui per poter costruire qualcosa di importante per il calcio argentino". Vogliamo in nazionale Leo, non Messi, ovvero la versione più genuina del miglior giocatore del mondo. Inevitabile soffermarsi sui singoli. Lui può giocare ovunque, a destra, punta centrale, dietro l'attaccantge, quello che conta è che abbia compagni che si integrino bene con lui. Ho già parlato con Messi ed è molto eccitato.