Russia e Ucraina sotto attacco hacker: problemi a metro, voli e aziende

Russia e Ucraina sotto attacco hacker: problemi a metro, voli e aziende

Il cyberattacco, che ha colpito la Russia e l'Ucraina, si sta espandendo ad altre società europee, in particolare in Francia, Gran Bretagna e Danimarca.

Si tratta, tra gli altri, dell'azienda di navigazione danese Maersk, del colosso pubblicitario britannico WPP e dell'industria francese Saint-Gobain, che hanno confermato di essere state colpite, aggiungendo che i loro sistemi informatici erano stati protetti per evitare possibili perdite di dati. Anche Deutsche Post ha lamentato problemi presso la controllata ucraina. Secondo il quotidiano Pravda i computer della centrale sarebbero stati colpiti dal cyberattacco e ai dipendenti sarebbe stato detto di spegnere i pc. Sebbene possa sembrare una somma poco consistente, essendo gli attacchi ransomware solitamente molto diffusi si tramutano in un totale molto sostanzioso. In Russia, oltre a Bashneft e Rosneft, anche Mars e Nivea sono coinvolte.

Il Paese più colpito, finora, è l'Ucraina dove numerose imprese, il settore dei trasporti (nella metro di Kiev sono stati bloccati i pagamenti elettronici) e quello dell'energia sono stati messi ko. Stando al segretario del Consiglio di Sicurezza e della Difesa ucraino Oleksandr Turchynov, "già ora, dopo un'analisi preliminare del virus, si può parlare di una traccia russa". Inaccessibili il sito della Centrale di Chernobyl.

Kiev accusa Mosca - "Credo non ci sia alcun dubbio che dietro a questi giochetti ci sia la Russia perché questa è la manifestazione di una guerra ibrida". Secondo l'Agenzia nazionale per la gestione della zona contaminata, i sistemi interni tecnici della centrale "funzionano regolarmente" e invece sono "parzialmente fuori uso" quelli che monitorano "i livelli di radiazione". Un'agenzia del governo svizzero ha riferito di avere notato segnali di Petya che stanno circolando nuovamente.