Rossi in forse al Mugello: "Ma io ci spero ancora"

Rossi in forse al Mugello:

Il debuttante dell'Aprilia Racing Team Gresini, dopo i primi punti iridati colti in Francia, ha come obiettivo l'avvicinamento alla top-10 della classifica. Prima però, spazio alle libere e alle qualifiche.

Andrea Dovizioso: "Ho trovato subito il feeling e la velocità è buona". Iannone, Pirro e Petrucci occupano le posizioni dall'ottava alla decima. No, la sentenza, come racconta Antonio Canu, direttore di gara del circuito del Mugello, arriva direttamente dai piloti che con i loro consigli, le loro idee, i loro suggerimenti, hanno contribuito a rendere il tracciato fiorentino uno dei più affidabili (se non il più affidabile in assoluto) del tabellone mondiale.

Valentino Rossi migliora a vista d'occhio.

Andrea Dovizioso nella prima giornata di Prove Libere ha conquistato un primo e un secondo posto, molto incoraggianti per Jorge Lorenzo. Ieri lo aveva dichiarato: "Devo capire quanto dolore provo nei cambi di direzione e se riesco a respirare a fondo dopo aver guidato a lungo sotto pressione". Lo comunica la Yamaha in una nota sul proprio sito ufficiale. E a proposito della caduta commenta: "Non mi sentivo molto comodo nella parte destra della moto, ma sentivo che potevo abbassare l'1'47. Abbiamo una buona base ed io sono pronto per cercare di ottenere un buon risultato in gara".

Arretrato anche Marc Marquez, 14°.

Non a caso, anche il diretto interessanto non ha accennato alla cosa nel corso della conferenza, rimanendo concentrato sul lavoro che lo attende in pista a partire da domani mattina.

"I dettagli, la sicurezza, insieme all'alta spettacolarità di ogni metro di questa pista - spiega Canu - sono il punto di forza del Mugello". Ben cinque vittorie e tre secondi posti in nove anni nella classe regina del Motomondiale. La speranza è quella di vedere dei piloti italiani anche sul podio di domenica. "Lavoreremo per fare una bella gara".