Rossano, stasera la processione del Corpus Domini (alle 18.30)

Rossano, stasera la processione del Corpus Domini (alle 18.30)

Sabato il vescovo presiederà la festa del Corpus Domini anche a Bertinoro. Durante il percorso i presenti hanno pregato per Marco, per la sua famiglia, per la comunità locale, per i giovani, per persuaderli dall'uso di sostanze alcoliche e stupefacenti e dalla violenza, per i disoccupati, affinché gli organi competenti possano cambiare le sorti questa città, per gli ammalati, per le persone che vivono nella povertà ed in solitudine. Un tema, anzi un verbo in particolare ha utilizzato il Pontefice, ovvero: Ricordati.

"La memoria", rimarca Francesco, "è importante, perché ci permette di rimanere nell'amore, di ri-cordare, cioè di portare nel cuore, di non dimenticare chi ci ama e chi siamo chiamati ad amare". Si gira pagina in fretta, voraci di novità ma poveri di ricordi. Apre una settimana con l'energia del pane eucaristico, e del pane della parola di Dio ascoltata: la settimana si apre davanti con la certezza che il Signore accompagna la vita di ciascuno.

Continuando, Papa Francesco ha poi proseguito parlando proprio della giornata odierna ovvero del Corpus Domini. Vivere per il Signore significa imparare la sublimità umile di Cristo perché nell'Eucarestia troviamo tutta la pienezza di Dio. E ciascuno, a sua volta, si dona a lui personalmente. Suo corpo è anche la Chiesa, corpo mistico di cui Cristo è la testa.

"L'Eucaristia non è un sacramento 'per me' - ha spiegato il Papa ai fedeli - è il sacramento di molti che formano un solo corpo". L'Eucaristia è il sacramento dell'unità.

Giovedì 15 giugno, alle ore 20.00, nella Basilica di San Lorenzo Maggiore (corso di Porta Ticinese 39), l'Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, celebrerà la Messa per la solennità del Corpus Domini.

A seguire, alle 21.15 circa, partirà la processione eucaristica con il Santissimo Sacramento per le vie della città, alla quale prenderanno parte i sacerdoti, le confraternite della diocesi, i cavalieri e dame del Santo Sepolcro di Gerusalemme, i ragazzi che hanno ricevuto i Sacramenti in questo anno, i rappresentanti delle associazioni e movimenti e delle parrocchie. Cliccando qui è possibile rivedere l'evento e così entrare meglio nella celebrazione presieduta dal Pontefice.