Robert Pattinson ammette: "Stavo per essere licenziato da Twilight!"

Robert Pattinson ammette:

Per concludere, riguardo Twilight, l'attore ha dichiarato: "Penso che una delle cose migliori, alla fine, è che se sei parte di una serie di cinque film, alla fine devi accettare la responsabilità che deriva dall'interpretare lo stesso ruolo per un lungo periodo". Tutto dovuto ad un atteggiamento troppo ribelle, che quasi lo aveva fatto licenziare.

Robert Pattinson, interprete di Edward Cullen nella saga cinematografica di Twilight, è stato intervistato dal New York Times al Festival di Cannes.

Leggi anche Twilight: Robert Pattinson disponibile a tornare?

Robert Pattinson ammette:
Robert Pattinson ammette: "Stavo per essere licenziato da Twilight!"

Nonostante questo, l'attore non ha fatto altro che tessere le lodi delle sue ex co-star nella saga, Kristen Stewart, Taylor Lautner e Anna Kendrick di cui ha detto: "E' stata una fortuna incredibile essere parte di quel gruppo di persone".

Un vampiro indisciplinato, insomma.

A far cambiare idea alla produzione ci pensarono i suoi agenti, che intervenirono per risolvere la situazione. A quanto pare, come raccontato dallo stesso Pattinson, alla base dei contrasti, dopo il pirmo film del 2008, c'era il suo metodo di recitazione, che ha causato numerosi scontri sul set di Twilight. Non volevo accettare compromessi. "Non credo d'averlo mai fatto". In quella occasione Roberto Pattinson ha parlato della paura, avuta durante le riprese a New York di essere paparazzato: "Due mesi prima di girare, ho cominciato a frequentare le strade di New York per prepararmi". Frase questa pronunciata al Times mentre stava promuovendo il suo ultimo lavoro, Good Time al Festival di Cannes. Eppure durante le riprese, grazie al trucco nessuno mi ha riconosciuto.