Road To Cardiff, Juve-Real - La conferenza stampa di Allegri

Road To Cardiff, Juve-Real - La conferenza stampa di Allegri

"Per la finale di Champions League tra la Juventus e Real Madrid la South Wales Police ha avviato la consueta attività di cooperazione internazionale con la Polizia italiana e quella spagnola per garantire il regolare svolgimento dell'incontro calcistico". Così Massimiliano Allegri, a Cardiff, nella conferenza stampa della vigili della fiale di Champions. "Dobbiamo vincere la coppa". Cosa mi provocherebbe diventare il capitano più veterano ad alzare la Champions? Non c'è niente di più bello di ricevere un gratifica dopo esserti sudato un traguardo. Il mio imperativo per questa gara è quello di giocarla senza alcun rimpianto. Rosa al completo anche per Zidane, il Real si schiererà con il 4-3-1-2, in difesa spazio a Carvajal, Varane, Ramos e Marcelo, a centrocampo solito trio composto da Modric, Casemiro e Kroos, sulla trequarti agirà Isco alle spalle di Ronaldo e Benzema, esclusione a sorpresa per Bale che partirà dalla panchina.

"Vincere contro di loro anche con la Juventus sarebbe la ciliegina sulla torta".

Altro record per la Juventus: non sono una squadra fortissima, ora anche un'impresa perfetta. Dietro solo a Real Madrid, Manchester United, Barcellona e Bayer Monaco, la Vecchia Signora chiuderà il bilancio con quasi 550 milioni di euro. Vogliamo arrivare alla fine del viaggio, la Juventus ha vinto l'ultima volta 20 anni fa, nel '98 si dice che il gol di Mijatovic sia in fuorigioco, quindi ci sta che ci sia voglia di riscatto. Il Real Madrid, con una vittoria, conquisterebbe la seconda Champions League consecutiva, evento mai avvenuto nella storia della Champions League. "Cercheremo di agguantare la coppa, giocheremo con energia". Lavoriamo da un anno per questa partita. "Domani i ragazzi ci regaleranno questo trofeo perchè se lo meritano, hanno fatto una stagione straordinaria e domani dovrà essere una serata importante che diventerà straordinaria". Mandzukic sta facendo cose importanti, è straordinario e non vince per caso.

"Il modulo? Non ho ancora scelto, è una partita che può durare 90 o 120 minuti e con il nuovo sistema abbiamo bosgoni di cambi".

Partita che si conclude con l'amarezza per la Juventus di non averci provato fino in fondo ma con la consapevolezza che il futuro possa essere solo più roseo. L'importante è essere convinti di vincere. In settimana abbiamo cercato di preparare la partita, com'è giusto che sia.

Le finali perse dalla Juve?