Redditi, In arrivo 100mila avvisi per presunte anomalie sulle dichiarazioni

Redditi, In arrivo 100mila avvisi per presunte anomalie sulle dichiarazioni

Lo spiega direttamente l'agenzia delle Entrate: discrepanze per redditi da fabbricati, redditi da lavoro compresi gli assegni dell'ex coniuge, redditi legati alla partecipazione in società o associazioni, redditi derivanti da lavoro autonomo abituale e professionale e non, redditi d'impresa riferiti alle rate annuali delle plusvalenze/sopravvivenze attive.

Come comunica l'Agenzia delle Entrate le lettere d'avviso con le dichiarazioni Fisco non sono degli avvisi di accertamento, ma delle comunicazioni con cui l'Agenzia delle Entrate rivela che, dai dati in proprio possesso e dall'incrocio delle informazioni nei propri database, risulta che non sono stati dichiarati dei redditi percepiti.

I destinatari delle comunicazioni di compliance, accedendo al proprio "cassetto fiscale" troveranno la dichiarazione 2014, pronta da integrare sulla base di un prospetto precompilato (disponibile solo per alcuni tipi di reddito) o del prospetto di dettaglio. I contribuenti potranno giustificare quanto segnalato dall'Agenzia delle Entrate oppure procedere con una dichiarazione integrativa regolarizzando la propria posizione e pagando le sanzioni in forma ridotta.

Cosa bisogna fare, dunque, se si riceve una lettera di compliance? "Si tratta di semplici comunicazioni, e non di avvisi di accertamento, inviate dall'Agenzia via posta ordinaria o via PEC".

Ancor più assistenza per i titolari di reddito da lavoro dipendente e assegni periodici (quadro RC), redditi di partecipazione (RH) e altri redditi (quadro RL modello Unico o quadro D modello 730): chi riceverà la lettera dell'Agenzia delle Entrate sarà fornito di prospetto precompilato del quadro da rettificare e integrare.

La novità di questi ultimi giorni, come accennato, è l'introduzione di una nuova sezione dedicata alla collaborazione tra Fisco e contribuente sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate. Si potranno quindi effettuare le correzioni in modalità assistita, inviare l'integrativa e stampare l'F24 per versare gli importi dovuti. New entry nell'ottica di agevolare i cittadini anche il collegamento diretto "scarica il software di compilazione", tramite cui i contribuenti potranno installare automaticamente il pacchetto UnicoOnLine necessario per richiamare la dichiarazione relativa al periodo d'imposta 2013, importandola con l'apposita funzionalità, e integrare la dichiarazione, sulla base dei dati forniti con il prospetto di dettaglio.

Cosa fare? I cittadini che ricevono una di queste comunicazioni possono chiedere chiarimenti rivolgendosi a uno dei Centri di assistenza multicanale (Cam) dell'Agenzia, che rispondono ai numeri 848.800.444 da telefono fisso e 06.96668907 da cellulare (costo in base al piano tariffario applicato dal gestore), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, selezionando l'opzione "servizi con operatore - comunicazione direzione centrale accertamento".