Prelevava i soldi dei clienti, arrestata un'impiegata delle Poste a Bari

Prelevava i soldi dei clienti, arrestata un'impiegata delle Poste a Bari

Poi riponeva la somma prelevata di 485 euro sotto il banco di lavoro della sua postazione, avendo cura di gettare nel cestino la relativa ricevuta, e trasferiva il denaro nella propria borsa, custodita nell'armadio alle sue spalle. La dipendente delle Poste ha sottratto il denaro dal conto di un'anziana cliente che si era recata in ufficio per alcune commissioni.

La donna, dopo aver ricevuto dalla cliente la tessera Bancomat, ha effettuato una prima operazione di prelievo all'insaputa di quest'ultima. A incastrare la sportellista sono state le telecamere nascoste installate dai militari dell'Arma. Nella successiva perquisizione è stata rinvenuta e sequestrata la somma sottratta dal conto dell'anziana, oltre a una copiosa documentazione rinvenuta in ufficio consistente in ricevute ed estratti conto, libretti e tessere Bancomat, intestate a persone terze in corso di identificazione, tutte potenziali vittime.

Secondo gli inquirenti, l'impiegata avrebbe effettuato altri due prelievi abusivi ai danni dell'anziana vittima.

È con questa accusa che è stata arrestata l'impiegata di un ufficio di Poste Italiane della provincia di Bari.