Perugia, beve solo acqua per 21 giorni. Muore donna di 57 anni

Il marito ha denunciato il caso alla Polizia e ora il fascicolo relativo al decesso della donna è nelle mani della Procura locale, che sta eseguendo i controlli del caso al fine di appurare eventuali cause derivanti dalla strana dieta a cui era sottoposta oppure se la 57 enne sia morta per cause indipendenti.

Maria Carmela De Mulo, una donna sarda di 57 anni, si era rivolta ad un medico di Perugia regolarmente iscritto all'albo e scoperto online per perdere peso attraverso l'agopuntura e la digiuno-terapia. Ora il medico famoso per aiutare le pazienti a perdere peso con la digiuno-terapia e l'agopuntura è indagato per omicidio. Tale trattamento, secondo il dottore, sarebbe servito "per sconfiggere ed eliminare i più pericolosi nemici della nostra salute, cioè tutte le sostanze inquinanti e tossiche, sia esogene che endogene". Effettivamente la signora ha perso dieci chili nel giro di meno di tre settimane: un risultato giudicato "un successo" che però lunedì notte ha presentato il conto: Maria Carmela si sentita male nel residence fuori Perugia in cui alloggiava insieme al marito. Il coniuge ha subito chiamato il 118. Dopo circa tre settimane dall'inizio della terapia, tra il 5 e 6 giugno la donna ha avuto un malore ed è stata trasportata in ambulanza presso l'ospedale Santa Maria della Misericordia. L'uomo, disperato, ha raccontato le ultime settimane di vita della moglie: dalla sclerosi multipla a placche che, nel suo caso, le permetteva tranquillamente di camminare, alla ferma volontà di perdere i chili di troppo. La procura ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo: il magistrato dovrà nominare un consulente tecnico d'ufficio per eseguire l'autopsia sul cadavere della 57enne. Chiedendo di fare chiarezza e verificare se esista - come ipotizzato - un nesso tra la morte e la digiuno-terapia, somministrata su una paziente affetta anche da una patologia comunque impegnativa.

Sarà necessaria un'autopsia per cercare di capire se il digiuno prolungato possa aver causato il decesso, magari in combinazione con la malattia della donna. "Per lui è quasi obbligatoria l'iscrizione nel registro delle notizie di reato".