Ondate di calore, allerta Arancione per le temperature estreme

Ondate di calore, allerta Arancione per le temperature estreme

Lo rileva il sistema di previsione utilizzato dal ministero della Salute per mettere in guarda dall'allarme ondate di calore e dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo) al fine di individuare, giornalmente, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche.

Il sito del Ministero della Salute si arricchisce di contenuti e informazioni per gestire le ondate di calore.

Nelle ultime settimane il caldo non ha dato tregua al nostro Paese, facendo scattare l'emergenza acqua in tutta Italia.

Il colpo di calore si può verificare quando ci si trova esposti ad una temperatura troppo alta con un elevato tasso di umidità e mancanza di ventilazione, una situazione nella quale l'organismo non riesce ad adattarsi.

Per fronteggiare l'afa e il caldo, il ministero fornisce una serie di consigli, in primis quello di evitare l'esposizione diretta al sole nelle ore più calde, nello specifico dalle 11 alle 18. Le bevande ghiacciate devono essere evitare ed è consigliato di bere almeno due litri di acqua al giorno. Il periodo che stiamo vivendo è sicuramente caratterizzato da un caldo eccezionale con temperature superiori alle medie stagionali anche di 8-10 gradi e con picchi di temperatura previsti intorno a 36-38°C nelle zone più calde ossia al Nord, nelle regioni centrali tirreniche e in Sardegna, ma nulla in confronto agli anni passati. E' preferibile indossare abiti in fibre naturali e al sole proteggersi con cappelli e occhiali da sole.