Olanda: banca del seme sotto accusa, 22 bambini somiglianti al direttore

Ventidue persone nate negli anni Ottanta in Olanda grazie all'inseminazione artificiale della banca del seme di Bijdorp, vicino Rotterdam hanno intentato una causa legale nei confronti del dottorJan Karbaat, morto lo scorso aprile a 89 anni. Ecco la storia del ginecologo olandese e di quei misteriosi 22 bambini che avrebbe il suo seme.

Il timore che Karbaat, in almeno 22 fecondazioni artificiali avesse usato il suo stesso sperma, ha una ragione ben precisa: in varie persone nate dal seme dei donatori della banca di Bijdorp, è stata riscontrata una forte rassomiglianza fisica sospetta. Stando a quanto riportato da la Repubblica, ora che il caso è venuto a galla si sospetta che Jan Karbaat sia padre di almeno una sessantina di persone a sua insaputa. Una prima conferma a questi dubbi è stata già raccolta nel mese di maggio, quando suo figlio si è sottoposto spontaneamente all'esame del DNA.

La madre è sempre certa, come si suol dire.

Intanto il tribunale olandese ha autorizzato un test genetico sul defunto dottore. I giudici hanno ordinato una perquisizione in casa dell'ex direttore della banca del seme per prelevare alcuni suoi oggetti personali, come spazzolini da denti.