News calciomercato Milan, i retroscena su Gianluigi Donnarumma secondo Raiola

News calciomercato Milan, i retroscena su Gianluigi Donnarumma secondo Raiola

Oggi l'ad Marco Fassone ha replicato a Mino Raiola che ieri sera ha spiegato le sue ragioni sul mancato rinnovo di Gigio parlando di "clima ostile" e "minacce" nei confronti del suo assistito (leggi qui). Sono arrivate addirittura minacce di morte alla sua famiglia, è incredibile. Ci amareggia se la scelta sua, o del suo procuratore, ha provocato reazioni simili. Ma manda un chiaro segnale alle pretendenti: "Non abbiamo bisogno dell'elemosina di qualcuno che ci porta 20 milioni, Donnarumma vale molto di più". "Nessuno ha mai messo in dubbio la legittimità della scelta". Confessioni shock quelle dell'agente di Gigio Donnarumma che ha parlato così nel corso della conferenza stampa alla quale erano presenti i giornalisti Rai, Premium e Sky: "Si era creato un ambiente troppo ostile tra le parti e, in questo modo, non poteva uscire un buon risultato per entrambe le parti. Siamo stati costretti a prendere delle decisioni che non eravamo pronti a prendere e quindi la risposta è stata negativa".

Ci appare strano come solo pochi giorni dopo l'addio di Francesco Totti, in lacrime davanti ai suoi tifosi, un ragazzo di soli 18 anni possa preferire il denaro all'essere osannato come Dio dal suo popolo. Figure capaci di condizionare intere carriere e storie dei club più importanti senza scrupoli ma con un unico obiettivo: il proprio interesse. Siamo addolorati per questi estremi che il calcio genera. Sui social molto probabilmente la mano è stata molto caricata, e ovviamente non riteniamo corrette le eventuali minacce, che nulla hanno a che fare con la nostra presa di posizione.

Ed il tutto perché il giovane portierone ha rifiutato il rinnovo del contratto proposto dal Milan.

Crediamo possa ancora esserci la possibilità di rifarsi, ma è ormai legata all'estromissione dai suoi affari di chi lo ha spinto a farsi del male, rovinandogli l'immagine.