Nba Finals: altra batosta per i Cavs, Golden State sul 2-0

Nba Finals: altra batosta per i Cavs, Golden State sul 2-0

A nulla sono valsi i 29 punti, 14 assist e 11 rimbalzi di LeBron James.

Parlare di ipoteca del titolo Nba dopo solo due gare non è mai prudente, soprattutto ricordando che la finale dello scorso anno fra le stesse contendenti fu segnata proprio da una rimonta dalla stessa situazione di 2-0. "Nei primi giorni vengono provate tutta una serie di routine di ballo, quindi si viene sottoposti a un colloquio simile a quelli che avvengono in ogni posto di lavoro - con interviste personali condotte nel nostro caso da un panel di giudici - a cui fanno seguito due giorni di boot camp, ovvero un'intensa preparazione fisica che porta all'audizione finale, dove vengono riprovate tutte le routine imparate nei primi giorni".

L'Oracle Arena di Oakland è ancora una volta teatro di una grandissima sfida. I vincitori ad Ovest, però, rimontano e arrivano anche al +10 fino a portarsi in vantaggio di sei punti al termine di un clamoroso primo quarto, chiuso dalle due squadre sul 40-34. Coach Steve Kerr, reduce da undici partite senza panchina a causa di un problema alla schiena, festeggia il ritorno al fianco dei suoi uomini con il 132-113 che dirige l'anello verso i Warriors, che hanno scritto la storia del campionato vincendo 14 partite ai play-off senza sconfitta.

Gara-2 delle NBA Finals tra Golden State Warriors e Cleveland Cavaliers sarà trasmessa in diretta tv dalla televisione satellitare sul canale Sky Sport 2 HD, il numero 202 della piattaforma: telecronaca naturalmente a partire dalle ore 02:00 italiane. A rubare la scena, per i padroni di casa, sono Kevin Durant e Stephen Curry, autori rispettivamente di 33 e 32 punti, mentre agli ospiti non basta la vena realizzativa della coppia formata da LeBron James e Kevin Love, capace di mettere a segno 56 punti complessivi.