Napoli, in ospedale su letto infestato di formiche: denuncia choc

Napoli, in ospedale su letto infestato di formiche: denuncia choc

Potrebbe sembrare una bufala o un fotomontaggio creato ad arte ma purtroppo non è così: la foto della paziente presa d'assalto dalle formiche è vera e il fatto è accaduto nell'ospedale San Paolo di Napoli. E il nuovo intervento dei Verdi della Campania che avevano già segnalto come il presidio sanitario fosse invaso dagli insetti. Durissima la critica del consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, membro della commissione Sanità.

"Una vergogna inaudita che regala a Napoli il titolo di capitale italiana della malasanità" denuncia in una nota il Codacons, commentando il caso del letto infestato da formiche presso l'ospedale San Paolo di Napoli. "Un livello di sciatteria e mancanza di igiene che non possiamo accettare".

"Sono anni - spiega Bonelli - che denunciamo la presenza di insetti, scarafaggi compresi, all'interno dell'ospedale, per questo chiediamo la rimozione immediata di tutti i responsabili e i membri del reparto che hanno permesso una simile vicenda".

"Non possiamo accettare che i pazienti siano trattati in questo modo e non accettiamo giustificazioni superficiali - conclude il consigliere - La signora va subito rimossa e sistemata in condizioni mediche, sanitarie e di decoro degne di questo nome". Il dottor Rago ribadisce: "è un fatto che non doveva assolutamente accadere. Abbiamo preso immediati provvedimenti". "Il servizio bonifica interverrà domani nell'intero reparto", è la risposta del direttore sanitario, Vito rago, sulla vicenda. "Ho provveduto inoltre ad appaltare ad una ditta specializzata l'incarico per una bonifica definitiva". "A quanto pare la nomina a commissario di De Luca, che è la soluzione a questo punto più ovvia, sarebbe congelata a causa di una ripicca politica". "Ricopro questo incarico - continua - da appena 20 giorni ma non voglio giustificarmi certo per questo". Dopo i furbetti del cartellino del Loreto Mare e i pazienti stipati nei corridoi del Cardarelli ecco un'altra struttura ospedaliera choc che dimostra un problema sanitario molto più profondo di quanto si potesse sperare. "La prima cosa, fatta subito, è stata quella di cambiare il letto della signora".