Nadal avanti, Djokovic no

Nadal avanti, Djokovic no

Dominic Thiem travolge Novak Djokovic e vola in semifinale al torneo del Roland Garros, secondo slam della stagione, di scena sui campi in terra battuta del complesso parigino. Quando gli è stato chiesto se si sente pronto a vincere uno Slam, Thiem ha risposto: "Domanda difficile". Per Thiem era il pass per la semifinale con Nadal, l'incontro che può valere una carriera e la posterità.

Roma, 7 giu. (askanews) - Rafa Nadal è a meno due da una fantastica Decima. Non è una decisione facile da prendere e devo vedere come mi sentirò dopo il Roland Garros. Rafa era avanti di un set e di due game nel secondo parziale. "È brutto finire così il Roland Garros - ha aggiunto il serbo - mi aspetto tanto da me stesso ma so che non sono nemmeno vicino al mio miglior livello". Lo scozzese, numero 1 del mondo e finalista a Parigi nel 2016, inizia piano e perde malamente il primo set, poi però si ritrova e con 5 game consecutivi impatta la partita. Nadal non è n°2 del mondo dal 12 ottobre 2014.

Ha lottato come ha potuto Nole, che a fine match ha ammesso come "si sia deciso tutto nel primo set". Ha tenuto alla grande sulla diagonale del rovescio, trovando angoli difficilissimi per poi chiudere con fiammate in lungolinea. Simona Halep ha salvato un match point nel secondo set contro Elina Svitolina, campionessa di Roma che nella finale del Foro Italico aveva battuto proprio la rumena.

Nel frattempo, per la prima volta dal 2011 Djokovic abbandonerà la top 2 del ranking ATP: senza poter difendere i 2000 punti conquistati lo scorso anno, subirà un inevitabile crollo in classifica a partire dal prossimo lunedì. Non è mai successo, nella storia del Roland Garros, che il campione in carica abbia perso 3 set a zero con l'ultimo set a zero.

Si rivela quindi molto importante il progetto di cui Djoker ha parlato alla stampa serba: un allenatore a tempo pieno che possa supplire nelle assenze di Agassi, in questi giorni tornato negli Usa per una vacanza in famiglia. Djokovic ha seguito le orme tracciate dalla connazionale e amica Ana Ivanovic, che a 29 anni appena compiuti ha detto stop per godersi la vita privata a Chicago con il marito Bastian Schweinsteiger. "Insieme a lui cerchiamo un altro ex tennista, più giovane, più presente, più capace di trasferire energie positive".