Musulmani, il ramadan si conclude con la ʿīd al-fitr

Musulmani, il ramadan si conclude con la ʿīd al-fitr

Letteralmente il significato dell'espressione araba è "festa della interruzione del digiuno".

Nelle varie regioni italiane si sono organizzate più di 1500 cene collettive nell'arco di questo mese di Ramadan, appena terminato: cui han partecipato italiani, cristiani, musulmani e fedeli di altre religioni.

All'inizio della festa ci si deve presentare puliti e ordinati perché la pulizia esteriore è considerato un indice di quella interiore.

"Quando dai dibattiti urlati in tv si passa alla costruzione faticosa, concreta di percorsi trasparenti - ha aggiunto Mazzantini - volti a tenere insieme il rispetto delle regole e l'arricchimento di una comunità mediante politiche inclusive si assiste ogni volta ad interventi che sembrano avere quale unico scopo il mero posizionamento politico".

"Alla preghiera per il Ramadan al Parco Dora erano attese almeno 30.000 persone, eppure per i musulmani torinesi quali controlli sono stati predisposti?"

E durante l'Eid al-Fitr sarebbe meglio uscire dal luogo di preghiera dopo aver mangiato un cibo tradizionale come i datteri.

Si tratta di una festa aperta a tutti, si legge sulla pagina Facebook del Comune di Firenze, con l'intento di favorire la celebrazione congiunta di questo momento festivo da parte delle comunità islamiche presenti sul territorio fiorentino ed il dialogo fra tutti coloro che credono in una società senza steccati, nella libertà e nel rispetto delle differenze. "Vogliamo che l'Appendino risponda a questa domanda e spieghi perché questa mattina, al contrario di ieri sera per la festa di San Giovanni, non abbiamo assistito a controlli massicci, limiti, orari e varchi d'ingresso" Dichiarano Augusta Montaruli, Esecutivo Nazionale FDI-AN, e Maurizio Marrone, Consigliere Regionale FDI-AN del Piemonte.