Morto Paolo Limiti, conduttore e autore tv

L'anno scorso Paolo Limiti, che viveva a Milano, era stato colpito da una grave malattia. Tra i suoi lavori ricordiamo, negli anni Novanta, la conduzione del programma pomeridiano targato Rai "E l'Italia racconta" che ha più volte cambiato nome negli anni divenendo "Ci vediamo in tv", "Alle due su Rai 1" e "Ci vediamo su RaiUno"; Limiti va ricordato anche per le canzoni scritte a grandi artisti della musica italiana, tra queste "Adagio" e "La voce del silenzio", interpretate da Mina; "Buonasera dottore" di Claudia Mori. "Ciao Paolo, riposa in pace", ha scritto Carraro in un messaggio pubblicato su Twitter. L'ex opinionista de L'Isola dei famosi ha infatti caricato qualche minuto fa sui suoi social una foto in cui appariva molto giovane, con i capelli castani, intenta a dare un bacio amichevole al suo amico Paolo Limiti.

Nella sua lunga carriera televisiva, Paolo Limiti era stato anche autore di 'Rischiatutto', la celebre trasmissione condotta da Mike Bongiorno.

Paroliere di tanti brani di successo, aveva collaborato con tra gli altri con Mina, Ornella Vanoni, Dionne Warwick, Mia Martini. Un vuoto incolmabile se pensiamo al grande lavoro che ha svolto in tv. "Sembra ieri. A te che mi hai creato una carriera".

Limiti è stato un protagonista indiscusso della televisione italiana.

Torna alla radio nel 1976 con alcuni programmi curati come regista e autore per la Arnoldo Mondadori Editore, insieme con Adriano Celentano, Patty Pravo e i Nuovi Angeli.

Morto Paolo Limiti, la sua idea di cucina in tv con Wilma De Angelis Nel 1979, agli albori della tv commerciale, Paolo Limiti - allora direttore artistico di Tele MonteCarlo - propone alla cantante Wilma De Angelis di condurre una rubrica culinaria sul piccolo schermo. Conquista una nomination ai "Telegatti" grazie a "Dove sono i Pirenei?", di cui è autore, presentato da Rosanna Cancellieri.