Morto Otto Warmbier, lo studente Usa rilasciato dalla Corea del Nord

Morto Otto Warmbier, lo studente Usa rilasciato dalla Corea del Nord

I familiari dello studente rigettano la teoria delle autorità nordcoreane, secondo la quale Warmbier sarebbe caduto in coma per aver contratto il botulismo in carcere circa un anno fa.

Lo studente americano era stato rilasciato dal regime Nordcoreano martedì scorso in uno stato di coma, con un trauma al cervello. A riferirlo è l'ospedale dove il giovane era ricoverato da qualche giorno. "Il terribile trattamento di torture ricevuto da nostro figlio, per mano dei nordcoreani, ha fatto sì che non fosse possibile altro esito di quello avvenuto oggi" hanno dichiarato i genitori del 22enne che era stato arrestato per aver rubato uno striscione di propaganda. Donald Trump, esprimendo le sue condoglianze alla famiglia, ha denunciato la brutalità del regime nordcoreano, "che non rispetta lo Stato di diritto e la più basilare decenza umana".

I medici che lo hanno esaminato dopo il suo rilascio hanno detto che non aveva alcun segno di botulismo nel corpo.

Nel marzo 2016 Warmbier era stato condannato a 15 anni di carcere per aver tentato di rubare un banner politico, un'azione classificata da Pyongyang come atto ostile contro la Corea del Nord.

Dopo la morte di Otto Warmbier la società Young Pioneer Tours, con cui il giovane era partito per il viaggio in Corea del Nord, ha annunciato che non avrebbe più offerto ai cittadini degli Stati Uniti viaggi nel paese asiatico. Il segretario di Stato Rex Tillerson ha ribadito nei giorni scorsi che se la Cina non farà nulla per fermare il programma missilistico e atomico del vicino, "ci penseremo noi".