Ministro Minniti contestato ad arrivo all'Unical per seminario

Ministro Minniti contestato ad arrivo all'Unical per seminario

Contestato il ministro degli Interni Minniti questa mattina a Cosenza, dove interveniva presso l'Università della Calabria alla giornata di studi sul tema "Intelligence: a dieci anni dalla riforma. Risultati, questione aperte, prospettive", organizzato nell'aula magna dal Centro di Documentazione Scientifica sull'Intelligence dell'Università della Calabria, in collaborazione con il Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza della Repubblica, il Laboratorio Nazionale CINI di Cybersecurity e la rivista di geopolitica LIMES. Un docente precario, che aveva in mano un documento che voleva essere "un foglio di via" simbolico per il ministro, e' entrato all'improvviso, bloccato subito dalle forze dell'ordine.

Il gruppo di manifestanti ha mostrato cartelli e striscioni per gridare il suo no ai recenti decreti varati varati dal Viminale.

Imponente lo schieramento di forze dell'ordine predisposto, con l'intervento anche di unità cinofile e tiratori scelti. Non sono mancati momenti di tensione tra la Polizia e i manifestanti che segnalano anche una persona ferita dopo una colluttazione. Il ministro ha rimarcato l'importanza del controllo del territorio come unica vera arma per contenere il terrorismo. "Altra novità della legge, a mio parere molto interessante, è la possibilità di reclutamento del personale dell'intelligence attingendo dal mondo esterno - ha detto ancora Minniti - e questo e altri importanti elementi costituiscono le basi di quella che oggi è la nostra intelligence, una struttura assolutamente competitiva".