Media spagnoli: il Real Madrid si carica

La finale di Champions League fra Juventus e Real Madrid, in un'annata senza Europei e Mondiali è senza dubbio il match dell'anno. A partire dall'edizione 1989, stravinta dal Milan sulla Steaua Bucarest, ogni 7 anni precisi una squadra italiana ha alzato l'ambito trofeo continentale. "Noi però non ci siamo mai soffermati su questa famosa BBC, pensiamo di gruppo, e credo che il Real Madrid faccia altrettanto". "Per questo ho presentato una segnalazione in Prefettura". "Io ho il Dna del Real Madrid, qui mi sento a casa: quando sono arrivato mi sono sentito ben accolto, sarò sempre tifoso del Real". "Non capisco perché a loro sia concesso di proiettare un evento sportivo che sicuramente richiamerà molti erbesi e non solo". La Juventus ha vinto la Serie A, noi la Liga. Si può sintetizzare così, alla vigilia della finale di Champions, lo studio di Kpmg Football Benchmark "The European Elite 2017", che calcola le valutazioni aziendali delle società di calcio. Il mio problema è quello di mandare in tribuna cinque ragazzi che hanno dato tutto nel corso della stagione e che, al pari degli altri, meriterebbero di giocare la finale. Siamo molto contenti di essere arrivati a questa finale, siamo coscienti di quanto sia difficile, abbiamo lavorato molto duro e lo abbiamo meritato, la squadra sta bene. Stesso trattamento per Cristiano Ronaldo nei confronti della Juve, mentre Dybala e Benzema mattatori si giocano a 8,75. Gli stimoli e le motivazioni di certo non mancano ai bianconeri, che già sfiorarono la coppa due anni fa, quando in finale furono sconfitti dal Barcellona di Messi e Neymar. La formazione che scenderà in campo sarà quella che prevede Buffon in porta, in difesa Barzagli, Bonucci, Chiellini ed Alex Sandroo, i due mediani saranno Khedira e Pjanic, Higuain unica punta con alle spalle Dani Alves, Dybala e Mandzukic.

Roma. "Un anno fa il calcio italiano aveva bisogno degli antibiotici potenti, oggi ci vuole solo un po' di aspirina e tachipirina". Poco dopo la Juventus saggerà il manto erboso del Millennium Stadium per la tradizionale rifinitura aperta anche ai media. Non va trascurato, inoltre, che qualora in qualche giocatore dovesse emergere una forma di appagamento (condizione che, seppur comprensibile, non è contemplata in casa Juventus) dirigenza e allenatore sarebbero chiamati a trarre ulteriori conclusioni. Di speciale ci sarà la notte di sabato.