Maturità al via: Caproni, robot e ricostruzione

Maturità al via: Caproni, robot e ricostruzione

Giorgio Caproni per l'analisi del testo ma anche 'Idillio e minaccia nei confronti della natura': trapelano le prime indiscrezioni sulle tracce della prima prova dell'Esame di Maturità 2017, al via da oggi.

Disastri e ricostruzione per il saggio storico-politico. I maturandi possono scegliere fra quattro tipologie di tracce: analisi del testo, saggio breve o articolo di giornale, tema storico e di ordine generale. "Spero di aver fatto la cosa giusta".

La prima prova, in genere, è quella che spaventa di meno i ragazzi già reduci dalla famosa "notte prima degli esami", trascorsa tra camomille per combattere l'insonnia e festeggiamenti per esorcizzare la paura.

Per il tema scientifico - tecnologico una traccia su "Nuove tecnologie e lavoro, robotica e futuro", con un articolo di Enrico Marro tratto dal Sole 24 Ore e dal titolo per l'appunto su "Nuove tecnologie e lavoro".

I NUMERI DELLA MATURITA' 2017 - Complessivamente sono circa 500mila gli studenti candidati, tra cui 26mila con cittadinanza italiana.

Analisi del testo: l'analisi di una parte di un brano di un autore che si è studiato durante l'ultimo anno di liceo è senza dubbio la prova più ostica. Inoltre in questo 2017 ricorre anche il 25° anniversario dalla Strage di Capaci, nella quale morì Giovanni Falcone, tematica altamente probabile nelle tracce di domani. I maturandi hanno avuto disposizione sei ore per mettere nero su bianco le conoscenze umanistiche apprese durante il quinquennio di studio.

Le prove sono state elaborate da una commissione di esperti e selezionate dalla ministra Valeria Fedeli in collaborazione con Francesco Branca (capo della struttura tecnica degli Esami di Stato), pronte per essere presentate ai candidati alle 8:30 di mercoledì 21 giugno.

E se un valore ha l' esame di Stato svolto in un'epoca incerta, tra aperture all'Europa e chiusure per un'altra umanità d'altro colore, il più importante è quello del riconoscimento del merito di ogni candidato, quando il consiglio di classe è stato serio nei giudizi e corretto nelle valutazioni.

Il veicolo principale è costituito da un video che ha come focus un esperimento sociale: ad alcuni maturandi viene mostrata, all'uscita dalla scuola, una finta traccia ministeriale di Maturità.