Manchester, Abedi radicalizzato in Libia

Il palcoscenico scelto dal terrorista è stato il Manchester Arena, lo stadio che, nella tragica occasione, ospitava lunedì sera il concerto di Ariana Grande, una giovane popstar internazionale molto seguita tra i teen-ager.

Il "soldato del Califfato" più sacrificabile, privo delle competenze necessarie per assemblare un ordigno sofisticato come quello che ha provocato il massacro. Altri indizi sarebbero ricavabili dalla bomba "potente e sofiosticata" usata dall'attentatore, secondo quanto pubblica il quotidiano statunitense The New York Times. È stata azionata con un detonatore che il kamikaze teneva in mano. L'artificiere sarebbe dunque in libertà e, assieme ai suoi complici, potrebbe colpire ancora. Ieri la premier May ha annunciato che l'allerta terrorismo nel Paese è stata elevata da 'grave' a 'critico', che equivale all'aspettativa di un nuovo attacco imminente. Nelle immagini decine di militari circondano la casa a Fallowfield, nella zona meridionale di Manchester: poi si sente un botto, probabilmente una granata stordente. Nel folle gesto, rivendicato dall'Isis, ha trovato la morte anche il suo autore. Lo dicono all'Ansa fonti della comunità libica di Manchester, mettendo in dubbio che si possa essere 'convertito' all'Isis in Gran Bretagna. Il 16 aprile scorso Hashem aveva lasciato Manchester, ma era rimasto "sempre in contatto con il fratello". Conosceva, rivela oggi il Daily Mirror, Salman Abedi e con ogni probabilita' e' stato lui a portarlo sulla strada dell'integralismo e del terrorismo. "Secondo le informazioni ottenute da Sky News Arabiya", il padre di Salman Abedi, Abu Ismail Abedi, è stato "un componente del Libyan Fighting Group", organizzazione islamica armata per lungo tempo legata ad al-Qaida. "E poi non siamo estremisti, non uccidiamo innocenti" aveva affermato Ramadan Abedi, agente di sicurezza, fuggito nel 1993 dalla Libia di Muhammar Gheddafi ed esiliato politico in Gran Bretagna. Sono poco meno di mille i soldati britannici dislocati a Londra dopo la nuova allerta antiterrorismo.

"Vedrete una maggiore presenza della polizia nelle nostre strade, agenti armati e potrete vedere anche militari", ha avvertito il sindaco di Londra Sadiq Khan che ha lanciato un appello ai cittadini e ai tanti turisti della capitale britannica ad "essere calmi e vigili", "prudenti", in particolare per i grandi eventi che si terranno a Londra nei prossimi giorni.

Arrestato anche l'altro fratello, Ismail. Scavando nell'album di famiglia si scopre che Salman era già noto non solo agli 007 britannici, ma anche a quelli americani e ai francesi, ai quali risulta che abbia viaggiato di recente in Siria, oltre che in Libia, e abbia avuto contatti con l'Isis.

La polizia britannica ha arrestato altri tre sospetti per la strage di Manchester e sta lavorando per mettere rapidamente in sicurezza i siti chiave del Paese, incluso Buckingham Palace e il Parlamento di Westminster, che è stato chiuso alle visite del pubblico.