Lutto in tv: è morto il conduttore Paolo Limiti

"Love you". E' questo il tenero ricordo di Justine Mattera, ex moglie di Paolo Limiti, affidato a Instagram nel giorno della morte del conduttore. Il popolare paroliere e conduttore televisivo, colpito un anno fa da una grave malattia, si è spento nella sua casa milanese, in via Melchiorre Gioia.

La prima a salutarlo è stata Mara Venier tramite il suo profilo Instagram.

Limiti era nato a Milano l'8 maggio 1940 da un padre che lavorava alla Pirelli e una mamma siciliana. Ha trascorso la sua infanzia e adolescenza a Torino dove ha conseguito il diploma presso l'Istituto Tecnico Amedeo Avogadro. Le altre due le incise il marito della cantante, il musicista Carlo Lanzi, con lo pseudonimo Dick Salomon.

Tra le sue maggiori collaborazioni, quella con Mina, di cui fu il paroliere. L'incontro con Mina rappresentò uno dei momenti chiave della sua carriera: per lei scrisse canzoni di grande successo come Bugiardo e incosciente o La voce del silenzio. Paolo Limiti, insomma, sarebbe stato l'ennesima vittima italian della carenza di meritocrazia.

Le ultime scene tratte da "Musical!"

Autore di "Biondissimamente tua", commedia musicale ispirata alla biografia di Wanda Osiris, e interpretata da Paolo Carlini e Sylva Koscina, produce le esibizioni musicali di "Fatti e fattacci", con Gigi Proietti e Ornella Vanoni, vincitore del premio "Rosa d'Oro di Montreaux".

Con l'inizio della televisione commerciale divenne autore e produttore di molti programmi, tra i quali "La parola è d'oro" e "Telemenù" con Wilma De Angelis e "Luci di mezzanotte" con Gianfranco Funari.

Grazie a Limiti, in seguito alla fortunata trasmissione Viva Mina! Il 2 luglio 2012 torna su Rai1 con "E state con noi in tv", in onda dal lunedì al venerdì al posto de "La prova del cuoco".

Paolo Limiti ha ingentilito con il suo sorriso un ambiente spesso troppo rozzo e ora che è morto resta la sensazione di profonda nostalgia - quasi di magica malinconia - nei confronti di un personaggio di grande spessore culturale e artistico come è stato. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.