Londra, Van contro i fedeli: un morto e 8 feriti

Londra, Van contro i fedeli: un morto e 8 feriti

L'uomo è stato poi portato via dalla polizia ed è ora in ospedale per accertamenti. "Si indaga per terrorismo", è stato il suo commento. "Si è trattata di una violenta manifestazione d'islamofobia - si legge - Chiediamo alle autorità di garantire maggiore protezione alle moschee". "Sono totalmente scioccato per quello che è successo a Finsbury Park ieri notte", ha scritto il leader del Labour Jeremy Corbyn. Il primo cittadino della capitale britannica ha precisato che al momento non ci sono ulteriori dettagli sull'atto che è "chiaramente un attacco deliberato contro innocenti londinesi".

"Dobbiamo restare uniti contro gli estremisti qualunque sia la loro motivazione", avrebbe invece dichiarato il capo di Scotland Yard. Quel furgone, ha detto, ha sterzato all'improvviso contro una folla che si era radunata fuori dalla moschea per soccorrere un anziano caduto a terra.

La prima ministra Theresa May ha espresso vicinanza per le persone ferite e ha ringraziato i responsabili dei soccorsi, che sono arrivati sul posto pochi minuti dopo l'incidente. "Tutte le vittime sono musulmane", ha aggiunto Neil Basu, uno dei commissari responsabili delle indagini come scrivono i media britannici.

Le testimonianze confermano la stessa impressione. L'uomo di 48 anni che era alla guida del furgone è stato arrestato. In una breve dichiarazione citata dalla Bbc, il Muslim Council afferma che "tutte le preghiere sono per le vittime". A questo punto Alamoudi con altri due uomini lo hanno bloccato e trattenuto fino all'arrivo della polizia.

"Voglio uccidere tutti i musulmani".

Le prime ricostruzioni riferiscono che il veicolo ha investito diversi fedeli che avevano da poco lasciato la moschea.

Attorno alla moschea, in ogni caso, l'atmosfera è d'angoscia, aleggia l'ombra di un possibile doppio standard di giudizio. Dopo l'attacco sarebbe sceso dal furgone per accoltellare i presenti, ma sarebbe stato arrestato. La moschea di Finnsbury Park fu frequentata anche da Richard Reid, l'uomo che nel 2001 cercò di far esplodere un ordigno nascosto nella sua scarpa su un volo American Airlines Parigi-Miami.