Londra, i morti salgono a 58

Londra, i morti salgono a 58

Era proibito il materiale usato per il rivestimento della Grenfell Tower di Londra, dove sono morti anche due italiani, i 27enni architetti veneti Gloria Trevisan e Marco Gottardi, distrutta da un incendio lo scorso mercoledì, nel Regno Unito. A dare la notizia in via ufficiale è stato l'avvocato della famiglia Trevisan, contattato dalla Farnesina. "Chiediamo a questo punto che vengano spenti i microfoni e le telecamere su questa vicenda e che venga rispettato il dolore di queste due famiglie", ha detto il legale.

Gloria Trevisan, 27 anni di Camposampiero e Marco Gottardi, 27 anni di San Stino di Livenza, abitavano nel grattacielo al 23° piano. Al telefono, così, hanno raccontato ai genitori in una sorta di diretta disperata la paura per le fiamme che si avvicinavano, e li hanno salutati per l'ultima volta. Grazie per quello che hai fatto per me. "Stavano dandosi un addio" aveva spiegato ancora l'avvocato Maria Cristina Sandrin. "Nei mesi scorsi abbiamo assistito a una sequela di terribili tragedie", ha detto la sovrana nel suo messaggio ai sudditi che, all'inizio della cerimonia, hanno tenuto un minuto di silenzio in onore delle vittime del grattacielo. Il loro dramma si era già consumato. La comunicazione di Gloria non è durata molto, giusto il tempo di dire due frasi perché poi ha messo giù, o è caduta la linea. Ma la mamma e il papà di Gloria, Emanuela e Loris, non ce l'hanno fatta a farsi vedere. "Sto per andare in cielo, vi aiuterò da lì".