Lo strano legame tra Massimo Bossetti e Raffaele Sollecito

Lo strano legame tra Massimo Bossetti e Raffaele Sollecito

Quando la notizia si è diffusa erano in pochi a credere che Raffaele Sollecito, il giovane arrestato insieme ad Amanda Knox e condannato a 25 anni per l'omicidio di Meredith Kercher a Perugia -assolto nel 2015 dalla Cassazione - avesse davvero riservato una dedica particolare nel suo libro a Massimo Bossetti.

"Sì, ho fatto una dedica a Massimo Bossetti su una copia del mio libro", ha fatto sapere Sollecito.

Forte dell'assoluzione ottenuta- sebbene senza il risarcimento per ingiusta detenzione che aveva richiesto- Sollecito è diventato un personaggio di grande influenza mediatica, tanto da essere scelto (lo scorso anno) come opinionista per lo spin-off del programma "Quarto grado" intitolato "Il giallo della settimana". Se, cioè, i giudici della Corte d'Assise di Bergamo hanno o no ben spiegato perché hanno condannato Massimo Bossetti all'ergastolo ritenendolo l'assassino di Yara Gambirasio, uccisa sette anni fa, il 26 novembre. Non si sa ancora se a sostenere l'accusa ci sarà il pubblico ministero Letizia Ruggeri, le cui richieste sono state quasi completamente accolte dai giudici in primo grado - a parte i sei mesi di isolamento diurno. Raffaele Sollecito risponde via chat. Il contenuto è secretato, una vicenda privata dice l'avvocato, come sui motivi aggiunti dell'appello. I legali del carpentiere di Mapello cercheranno in Appello di cambiare il finale del processo cercando di instillare, nei giudici della Corte d'Assise d'Appello di Brescia presieduta da Enrico Fischetti, il dubbio su chi abbia compiuto il delitto. L'avvocato ha acquistato due copie del libro di Sollecito, una delle quali destinate proprio a Bossetti: "Abbiamo chiacchierato, gli ho detto per chi era la seconda copia, allora lui ha voluto scrivergli la dedica", ha affermato Salvagni. "Una, una novità, è molto interessante". Il profilo genetico isolato sugli slip e sui leggings della vittima, tredici anni appena, in corrispondenza di una ferita. Un'Appello, quello che avrà inizio il prossimo 30 giugno, che verterà soprattutto sulle motivazioni della sentenza.