Le Mans, la Toyota, la Juve e la Champions

Le Mans, la Toyota, la Juve e la Champions

Con il successo della 919 di Bamber/Bernhard/Hartley rischiamo veramente di aver visto il capitolo finale della storia di questa LMP1H, la Porsche che ha già annunciato che non proseguirà senza un terzo costruttore a breve, potrebbe trovarsi da sola se i giapponesi in preda alla delusione dovessero decidere di staccare la spina.

Porsche torna regina alla 24 Ore di Le Mans al termine di una gara difficile e all'insegna di copi di scena. Episodio che ha decretato la fine del sogno di Aichi, desiderosa di riscatto dopo la delusione della passata edizione. La 919 Hybrid numero 2 del trio composto dal tedesco Timo Bernhard e dai neozelandesi Earl Bamber e Brendon Hartley ha tagliato il traguardo per prima davanti a due vetture prototipiche. "Le TS050 arrivavano a Le Sarthe con due vittorie nelle prime due gare del calendario del WEC, ma soprattutto avevano dimostrato uno strapotere prestazionale pressoché assoluto nelle prove libere e infine nelle qualificazioni durante le quali Kamui Kobayashi aveva battuto il record assoluto della 24 Ore di Le Mans con un 3'14" 781 a 251,8 km/h di media, migliore di quello stabilito nel 1985, ma con ben 3 lunghe chicane in meno, due sul rettilineo di Mulsanne dove le vetture erano arrivate a superare i 400 km/h. In effetti la 24 Ore di Le Mans è una gara ambitissima per tutti i piloti, dunque ambita anche da chi corre ad esempio in Formula 1, ma è anche una gigantesca sfida tecnologica, in particolare ai giorni nostri per quanto riguarda i sistemi di recupero dell'energia.

L'Oreca 07 Gibson n.38, ha rischiato addirittura di vincere la corsa. Può comunque sorridere il box di Jackie Chan per il secondo posto assoluto di Tung, Laurent e Jarvis.

CETILAR VILLORBA CORSE Non buone notizie, purtroppo, per il team italiano Cetilar Villorba Corse che milita nella classe LMP2.

Un pubblico di 258.500 spettatori ha assistito a quella che viene chiamata la corsa più bella del mondo. I dati sono obbligatori al fine di autorizzare la pubblicazione del commento e non saranno pubblicati insieme al commento salvo esplicita indicazione da parte dell'utente. "Ora possiamo festeggiare. Lo meritiamo davvero".