Juve, Szczesny è il futuro

Juve, Szczesny è il futuro

Quando gli chiedono dei caroselli anti-juve, Buffon risponde con tono lapidario: "Orgoglioso di non essere come loro, non c'è nessuna maledizione dopo Cardiff". Non mi fa male che si parli - ha detto - perché a 40 anni sarebbe folle non pensare a un dopo Buffon. Nello sport ci stanno le vittorie e le sconfitte: io ho vinto tanto e ho perso tanto perché ho combattuto per i trofei più importanti e in questi casi affronti anche avversarie importanti'. La prossima stagione potrebbe essere l'ultima della sua carriera.

FUTURO - "Con Donnarumma in Nazionale e Szczcesny probabile alla Juventus, pronto per la pensione? Sì, non sono eterno".

L'obiettivo di poter diventare il giocatore con più presenze nella nazionale è ancora alla sua portata ma è un primato al quale Buffon non crede di poter arrivare: 'Mancano 15-16 partite e in un anno non credo di farle. La trattativa con l'Arsenal per il cartellino del portiere sembra essere già a buon punto, con il polacco che avrebbe già manifestato il proprio gradimento. In questo momento la soluzione più percorribile è quella che conduce a Napoli, a maggior ragione considerando l'incertezza attorno a Reina.

"Mi piacerebbe fare il ct azzurro".

Il capitano della Nazionale e della Juventus non è riuscito a trattenere la propria amarezza per i caroselli degli anti-juventini, ma sui social i tifosi dell'Inter hanno ricordato al numero uno bianconero un episodio datato 2013. "Non siamo ossessionati dalla differenza reti, pensiamo solo a fare una grande partita".